Ci sono le giornata no per tutti oggi era una di queste.

Una pre riunione prima di iniziare con tutti e chiedi il supporto di tutti affidandoti alla rete di persone che con qualsiasi tempo ci sono. Non devi fare nulla sono li per te.
Possono contare su di me posso contare su di loro.
Queste maglie fatte di colleghi che lavorano con me nel tondino in fattoria sembrerebbero fatte solo di noi ma ci scordiamo i bambini!
Mattia è sul pezzo e propone esercizi seguendo il ritmo della situazione con una delicatezza e contatto estremo.
Simone ha faticato molto ma ha gestito una cosa molto più grande di lui, lo vedo perchè suda è in tensione. Si sente e sa che deve essere responsabile.
Andrea è li nel tondino inizia a ballare sulle assi e io son li assieme a lui che tengo il tempo. Lo spogliarello degli indumenti da me raccolti al volo ed ecco dai suoi piedi un ritmo che travolge.
Potrebbe fare il ballerino.
Stiamo li per circa 40 minuti per poi scendere e prendere la cassetta delle spazzole.
Lo guardo per un secondo e so già che le lancerà, ma avevo la fiducia che qualcosa di diverso stesse per accadere. Il lancio avviene ma contenuto. Non ho parlato ho atteso. Eccolo che gira ora il contenitore delle spazzole sulle assi e inizia a costruire la sua batteria.
Una canzone : Tutti i giorni siamo lieti e contenti e cantiam cantiam.
Mi sento dentro le corde collegate alla gola che mi danno un senso di emozione profonda. La pelle d’oca. Una calma interiore. GRAZIE ANDREA.
Sembra sapesse che ce ne era bisogno. La rete non siamo solo noi ma anche questi bambini che sanno sintonizzarsi profondamente allo stesso modo in cui noi entriamo in contratto con loro ….se ascoltati ci si apre un mondo.
Cosa ho fatto per tutto questo ? Nulla atteso.
Mattia termina la serata con un messaggio.
Il mio dolore per una donna persa è stato profondo.
Le donne fanno bello il mondo perderle è come perdere il paradiso. Vivere senza loro è come vivere a casa con un fantasma il quale non sono loro ma te stesso. Come se l’anima e lo spirito ci lasciasse. Bisogna riappropriarsi dell’anima non permettendo al fantasma di esistere.
GRAZIE MATTIA
Ogni singolo nodo della rete ci fa un contributo basta imparare a chiedere il loro aiuto e alcune volte in relazioni speciali non serve neanche chiedere ci sono già.
Grazie Damiano