Succede che per correre si inciampi e si è costretti a dover rallentare se non cambiare direzione.

Lei continua ad avere il passo da alpinista sempre davanti a tutti, è sempre stata così, mi dicono le amiche.
Ha il senso di donna che sa dove andare e porta con se un seguito di persone. Guida. Riferimento.
E’ in casa per molte ore al giorno chiusa nei suoi pensieri. Biologicamente sana.
Cosa pensa? Che combina tutto il giorno?
Vado da lei per fare due passi. Arrivo non si aspettava la mia presenza e subito un bel sorriso.
Andiamo in auto e si va verso Villa Pamphili, quel Bistrò Bio che le piace molto.
Un dettaglio che seguo grazie alle informazioni fornite da chi la conosce meglio di me.
Si parla di vacanze, dei suoi silenzi, di cosa faceva prima di doversi fermare….
Altri due sorrisi nei suoi silenzi, un gran groppo alla gola, ma sa che sono presente ed ascolto il suo dolore.
Non so da dove parte ma lo sento arrivare.
Tu pensi A con sfumature di B e dettagli inconsistenti per molti lei pensa che quei dettagli sono forse tutto.
Non sostiene la luce forte dell’estate, esser guardata dalla gente, aver perso il controllo sulla sua vita.
E’ calato il sipario e il dietro le quinte è cio che spesso rimane autentico. Difficile da condividere con molti un po per tutti.
Ho dedicato del tempo a una compagna di viaggio che ha dovuto rallentare.
Tornare a riflettere sul senso della vita che solo nei momenti più bui ti avvolge e non ti lascia respiro.
Perchè si vive? Un senso.
Se non c’e’ confronto, se non si parla con gli altri difficile poter costruire un senso, c’e’ la propria realtà che ci si crea.
Attendo le sue parole perchè sono veramente le uniche importanti che mi permetto di capire dove è lei e dove possiamo forse camminare assieme.
Riflettere su di se e sugli altri per imparare a vivere la vita in un modo autentico
Buona serata
Damiano